Pixel a portata di click

di Maria Rita Cavallo

  • Siamo circondati da tecnologia di ogni tipo delle cui potenzialità a volte non ci rendiamo conto. La mia riflessione, forse un po’ scontata, nasce da questa incredibile notizia: un team di scienziati sta studiando come usare gli smartphone per tenere sotto controllo i parametri vitali dei feti delle loro pazienti incinte.

    Leggi tutto…

  • Uno dei problemi delle sperimentazioni farmacologiche è riuscire a testare sugli esseri umani la validità del medicamento messo a punto dai ricercatori in completa sicurezza. In questo campo la tecnologia sta dando una grossa mano tanto che siamo arrivati a riprodurre un organo in vitro controllato da un microchip per essere  certi dell’efficacia del farmaco senza rischi per la salute.

    Leggi tutto…

  • Quando eravamo piccoli si parlava tantissimo di cyborg ovvero l’interazione delle macchine con l’uomo. Poi l’era del pc ha cambiato tutto. Apparentemente perché la scienza è andata avanti ed ora la Linköping University annuncia di aver posato il primo mattone per la perfetta integrazione tra cellule e transistor.

    Leggi tutto…

  • Questa volta vi segnalo un’interessante applicazione della medicina agli smartphone. Si tratta di un software per trasformare il vostro telefono in un dermatoscopio ed individuare quei nei che vanno controllati da un dermatologo. Il progetto si chiama in Naevi in silico.

    Leggi tutto…

  • Le frontiere della medicina con il laser si allargano. Almeno così promettono i ricercatori dell’Università del Texas che stanno studiando un’applicazione chirurgica per via endoscopica della luce pulsante abbastanza sottile e flessibile da essere applicata allo strumento e portata agilmente nello stomaco o nell’intestino.

    Leggi tutto…

  • Si lavora costantemente a nuovi sistemi di analisi e diagnosi. L’orientamento è verso procedure sempre meno invasive ma efficaci. Così alcuni ricercatori inglesi e americani hanno pensato un po’ come nel film fantascientifico  “Viaggio allucinante” ad iniettare qualcosa nel sangue per raggiungere la malattia. In questo caso, non una navicella, ma un robot che nuoterà come un pesce (per l’esattezza sarà mezzo pesce e mezzo robot) nel corpo umano.

    Leggi tutto…

  • Si chiama Cat, il super-microscopio 3-D, collaudato all’Istituto di Nanoscienze del Cnr a Lecce, unico in Italia e in Europa. Il Cat è capace di visualizzare le cellule in modo tridimensionale e con risoluzioni elevate. Sarà dedicato alla ricerca in nanomedicina e a studiare l’efficacia di nano-farmaci contro i tumori.

    Leggi tutto…

  • E’ dall’ESA, l’Agenzia Spaziale Europea, che arriva l’ultima novità sull’uso del 3d e della realtà aumentata.  Si tratta di un casco per la realtà virtuale per operare, fare diagnosi e interventi semplici  quando il chirurgo è lontano centinaia di chilometri. Una guida passo passo che ti aiuta a portare le prime cure necessarie.

    Leggi tutto…

  • Trovo  che la tecnologia sia stupefacente per i passi avanti che è in grado di fare. Pensare ad arti robotici con la capacità del tatto mi sembrava avveneristico e invece ci siamo già.

    Leggi tutto…

  • Nella capitale  è partita una singolare sperimentazione basata sulla robotica per aiutare il recupero dei malati colpiti da ictus. Il progetto è europeo e aderisce per l’Italia l’IRCCS San Raffaele Pisana di Roma.

    Leggi tutto…

  • Twitter

  • RSS

  • YouTube

  • Facebook

  • Podcast

  • Sondaggi

Foto Blogger

Calendario

    giugno: 2017
    L M M G V S D
    « nov    
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930